La dieta genesi

La dieta genesi è anche conosciuta come la dieta Hallelujah e segue un modello di alimentazione vegano. Si basa sul versetto 1:29 del libro della Genesi che cita Dio a dire: “Ecco, io ti ho dato ogni erba che porta il seme, che è sulla faccia di tutta la terra e ogni albero, nel quale è il Frutto di un albero che produce seme, a te sarà per la carne. “Mentre alcune persone riportano la perdita di peso e il successo sanitario con questa dieta a breve termine, quelli che lo seguono a lungo termine comunemente sviluppano problemi di salute e carenze nutrizionali.

Per seguire la dieta di Genesi, mangiare 85 per cento di alimenti crudi e 15 per cento di cibi cotti. Rigorosamente seguiti, dovresti consumare i seguenti alimenti come percentuale del tuo totale apporto calorico. Mangiate 28 per cento di verdure crude, 21 per cento di frutta, 12.3 per cento di succo di verdure fresche, 10 per cento di verdure cotte, 9,6 per cento di orzo verde in polvere, 7,3 per cento di noci crudi e semi e il 5,7 per cento di pane e grani cotti. Il lino e l’olio d’oliva, insieme ai fagioli e al miele, dovrebbero costituire il 6,1 per cento della vostra dieta.

La dieta genesi non produce una dieta equilibrata per la maggior parte delle persone quando viene seguita a lungo termine, secondo un documento di ricerca di Michael Donaldson, Ph.D., responsabile della Hallelujah Acres Foundation. Lo studio ha analizzato informazioni dietetiche e sanitarie raccolte su 141 persone seguendo la dieta di Genesi. Su 87 donne, tutti erano carenti di calcio, 84 erano carenti di vitamina B-12, 64 erano insufficienti nel selenio, 56 erano carenti in biotina e 49 erano carenti in zinco. Su 54 uomini, 52 erano carenti di calcio, 50 erano carenti di vitamina B-12, 18 erano insufficienti nel selenio, 14 erano carenti di biotina e 39 avevano una carenza di zinco. Altri nutrienti deficienti per entrambi i gruppi erano acido pantotenico, niacina e ferro.

Alcune persone che seguono la dieta di Genesi per un’esperienza a lungo termine hanno una serie di sintomi legati alla stabilità emotiva e alla capacità mentale. Più della metà delle persone ha segnalato pensieri sparsi, perdita di memoria e bassa tolleranza allo stress. Almeno il 40 per cento ha riportato pensieri negativi, alterazioni dell’umore, comportamenti ingombranti e depressione. Quasi il 40 per cento ha riferito di non essere in grado di concentrarsi e l’11 per cento ha riferito attacchi di panico e paranoia.

Alcune persone che seguono la dieta genesi a lungo termine sperimentano un certo numero di sintomi fisici a causa di carenze nutrizionali. Secondo la ricerca di Donaldson, più della metà delle persone intervistate perdeva massa muscolare e aveva unghie fragili o sottili. Più del 40 per cento aveva la pelle pallida, gli occhi sbiaditi, la postura e la perdita dei capelli. Più del 30 per cento aveva occhi asciutti o brucianti, mal di testa, dolori al collo e dolori alla spalla. Più del 20 per cento ha sperimentato le palpitazioni cardiache e il decadimento dei denti. Il sedici per cento aveva gengive sanguinanti.

Dieta

Deficienze nutrizionali

Sintomi mentali a lungo termine

Sintomi fisici a lungo termine