L’effetto della vitamina K sull’inr: rapporto normalizzato internazionale

La vitamina K è una vitamina solubile in grassi che si trova in concentrazioni elevate in verdure a foglia verde e ottenuta dalla sintesi da batteri nel colon. La vitamina K aiuta alcuni enzimi a funzionare correttamente. Un enzima è una proteina che accelera le reazioni chimiche. Le proteine ​​che utilizzano la vitamina K sono utilizzate per modificare altre proteine. Se questa modifica non è fatta, avrà determinati effetti sul corpo, incluso un elevato rapporto INR o normalizzato internazionale, una misura di coagulazione del sangue. Il trattamento e la diagnosi di malattie dovrebbero essere effettuati con la consultazione di un professionista sanitario autorizzato.

La vitamina K si lega a specifici enzimi, permettendo loro di trasferire sostanze chimiche chiamate gruppi carbossilici ad altre proteine ​​affinché possano funzionare correttamente. I gruppi carbossilici si legano ad un aminoacido nelle proteine ​​chiamate glutammato. La vitamina K è necessaria per il corretto funzionamento delle proteine ​​coinvolte nella coagulazione del sangue, nello sviluppo delle ossa e nella salute dei vasi sanguigni.

Il sangue mantiene un ottimo equilibrio tra coagulazione eccessiva e non abbastanza. Se coagulando troppo facilmente, coagulerà nei vasi sanguigni e ostacola il flusso di sangue dentro o fuori dai tessuti. Se non si abbasta abbastanza, non sarà in grado di fermare sanguinamenti e lividi. Il sangue forma i coaguli e inibisce la formazione del coagulo, con l’aiuto di piastrine e proteine ​​speciali. Diverse di queste proteine ​​hanno bisogno di vitamina K per essere attiva.

INR e tempo protrombina misura la coagulazione. La gamma normale per l’INR è di 0,8 a 1,2, secondo i principi di Harrison’s of Internal Medicine. Al di sopra di questo livello, il sangue può non coagulare in modo efficace e il tempo di sanguinamento può essere prolungato.

Se le proteine ​​dipendenti dalla vitamina K non funzionano, il tempo di sanguinamento aumenterà e l’INR salirà. Raramente, la bassa assunzione di vitamina K può causare bassi livelli di sangue di questa vitamina. Più spesso, una persona con bassi livelli di vitamina K ha una malattia gastrointestinale che interferisce con l’assorbimento della vitamina K. Un motivo comune per il malfunzionamento di proteine ​​dipendenti da vitamina K è il warfarin di droga. Il warfarin è prescritto per prevenire il coagulazione del sangue e funziona interferendo con la vitamina K. La vitamina K può abbassare l’INR nel tempo e quindi antagonizzare gli effetti del warfarin. Se l’INR è già normale, la somministrazione di vitamina K non diminuirà ulteriormente l’INR.

Funzioni e meccanismo della vitamina K

Coagulazione del sangue

Le misure INR di coagulazione del sangue

Condizioni di elevata INR e vitamina K