Le differenze nelle costolette di manzo e nelle coste corte

Il mondo delle costole può essere confuso. I tagli comuni sono spesso etichettati in modo diverso a seconda del negozio di alimentari e dell’area del paese: le costole di ricambio sono un esempio. Le costole di carne di manzo sono meglio conosciute come costolette di manzo. Questi sono prelevati dalla sezione della nervatura della mucca e sono le costole lunghe più spesso associate a costole di manzo alla brace. Le costole corte, tuttavia, sono le costole di manzo prelevate dal taglio della lastra. I due richiedono metodi di cottura diversi. Mentre le costole posteriori possono essere brasati, arrostiti o grigliati, le costole brevi sono braciere meglio, possono essere alla griglia ma solo dopo una brasatura iniziale. Entrambi i tipi di costole sono fonti di sostanze nutritive essenziali come proteine, vitamine e minerali, ma le zampe di ricambio o di schiena sono una scelta più fatta e meno sana.

Ribs posteriori più alti nel grasso

Una porzione di crosta di manzo corporea contiene circa 204 calorie e 11,8 grammi di grasso totale, mentre una porzione di crosta di manzo alla griglia da 3 once ha 254 calorie e 17,4 grammi di grasso. Le costole posteriori contengono un po ‘di grassi saturi per servire – 6,9 grammi rispetto ai 5,5 grammi in costole brevi – anche se hanno circa 10 milligrammi di colesterolo meno di costole brevi ogni 3 once. Le costole corte possono essere una scelta meno grassa, ma nessuna delle tagliate è considerata magra. Per includervi in ​​una dieta equilibrata, godere delle costole in moderazione e solo occasionalmente.

Simile a contenuto di proteine

Le coste corte forniscono 24,5 grammi di proteine ​​in ogni 3 once. Questa somma fornisce il 43 per cento di una dieta sana adulta di assunzione giornaliera di proteine, e il 53 per cento della richiesta di proteine ​​giornaliere di una donna. Le costole posteriori hanno quasi una quantità uguale di proteine ​​per porzione: circa 24,1 grammi in 3 once. La scuola di salute pubblica di Harvard avverte che si dovrebbe consumare carni rosse come carne bovina non più di due volte alla settimana per abbassare il rischio di malattie cardiache, diabete e cancro.

Fonti eccellenti di diverse vitamine B

Mentre le due nervature corte e le coste posteriori contengono la vitamina B-12, la vitamina B-6, la niacina, la riboflavina e la tiamina, i due tagli di costine hanno maggiori quantità di nutrienti differenti. Le coste corte sono particolarmente ricche di vitamina B-12. Con 3,3 microgrammi in un servizio da 3 once, queste costole soddisfano oltre il 100 per cento della dose raccomandata giornaliera di 2,4 microgrammi nutritiva per uomini e donne adulti sani. Gli adulti dovrebbero avere 1,3 milligrammi di vitamina B-6 ogni giorno. Una servazione di 3 once di costole posteriori cotte contiene 0,5 milligrammi di vitamina B-6, ossia il 38 per cento dell’assunzione giornaliera di vitamina B-6 per un adulto.

Bordature corte una scelta migliore per i minerali

Le nervature posteriori e le coste corte sono fonti di una grande varietà di minerali, tra cui il magnesio, il ferro, il potassio, il fosforo e il rame. Le coste corte, tuttavia, contengono circa 28 microgrammi di selenio in ogni 3 ounce che servono, o il 49 per cento del fabbisogno di un adulto del minerale al giorno, mentre le coste posteriori hanno 24 microgrammi. Sono anche una sorgente superiore di zinco. Ogni 3 once di cotte di cotone cucinato ha 10 millimetri di zinco – oltre il 100 per cento della RDA per le donne e quasi altrettanto per gli uomini – mentre le costole posteriori hanno solo 5,1 milligrammi per servazione.