Stretching e controindicazioni per la sostituzione dell’anca

La sostituzione totale dell’anca è una delle procedure chirurgiche più comuni eseguite. Secondo l’Associazione Americana dei Chirurghi Ortopedici, ogni anno vengono eseguite 193.000 procedure. L’obiettivo primario dell’intervento è quello di diminuire o eliminare il dolore in modo da poter continuare a vivere la vita. È possibile migliorare il processo di recupero e eliminare l’apprendimento di un potenziale pregiudizio esercitando correttamente. Sapere cosa fare e cosa evitare, faciliterà la vostra mente e ridurrà il rischio di cadute.

Puoi avere una sostituzione dell’anca totale o parziale o un approccio posteriore laterale, anteriore laterale o anteriore. La procedura specifica chirurgica detta esercizi specifici e controindicazioni dopo l’intervento chirurgico. Il tuo chirurgo avrà anche le sue istruzioni per te. Considerate quanto segue come linee guida per capire cosa aspettarsi: se avete una chirurgia laterale posteriore, evitare la flessione dell’anca superiore ai 90 gradi, l’addizione all’anca oltre la metà del corpo e la rotazione interna dell’anca oltre il neutro. Se attraversa costantemente le gambe, dovrai evitare di post-chirurgia. Se il vostro chirurgo esegue l’approccio laterale anteriore, si desidera evitare gli stessi esercizi di cui sopra oltre alla rotazione esterna e alla flessione. L’approccio anteriore ha le minime restrizioni e quelle includono l’iperextension dell’anca e della rotazione esterna dell’anca estrema – in altre parole, le posizioni in cui giri la punta verso l’interno verso il centro del tuo corpo. Le tue restrizioni dureranno da otto settimane fino a un anno dopo l’intervento chirurgico.

Riprende le normali attività di vita quotidiana in tre o sei settimane di intervento chirurgico, suggerisce l’Accademia Americana dei Chirurghi Ortopedici. Esegui la tua solita seduta, in piedi e camminando su e giù per le scale, oltre a esercizi specifici che ripristinano la gamma di movimenti e rafforzano l’anca. Questi saranno forniti all’ospedale e si può rivolgersi a un terapista fisico per ulteriore assistenza. Utilizzare un cuscino tra le gambe per dormire fino a quando il medico non lo dice altrimenti. Devono essere evitate attività di impatto elevato, così come tutte le attività in cui esiste un alto rischio di caduta. Progressi gradualmente il tuo livello di attività per aumentare la forza e la mobilità senza stress indebito per il tuo nuovo giunto.

Ripristina forza e resistenza intorno al tuo anca e al cuore. Gli esercizi a catena aperta vengono spesso usati nelle prime fasi della riabilitazione. Seguono due esercizi a catena aperta che richiedono sia sul pavimento che su una superficie solida elevata. Se non hai accesso ad un tavolo di allungamento, non trascurare il fatto che salire e scendere dal pavimento è una mossa complicata. Pratica durante le sessioni di terapia fisica o con un allenatore per essere sicuri di seguire le linee guida postoperatoria. Sdraiato sul fianco con il tuo nuovo anca sulla parte superiore e la tua mano superiore sul pavimento di fronte a te per sostenerti. Tenere il ginocchio e il piede rivolto verso l’alto. Cuscini la testa e il collo con il braccio inferiore. Sollevare e abbassare la gamba superiore 15 a 20 volte come tollerata. Ripetere l’altra gamba per mantenere un equilibrio. Successivamente eseguire un esercizio di ponte. Sdraiata sulla schiena, ginocchia piegata, piedi piatti sul pavimento. Premere i fianchi verso il soffitto. Tieniti per un numero di tre e lentamente in basso. Ripetere 15 a 20 volte. Quando sei in grado di eseguire 20 ripetizioni di entrambi gli esercizi, aggiungere un secondo set. È possibile eseguire questi esercizi più giorni. Quando questi diventano semplici, il progresso verso esercizi più funzionali che ti sfideranno ulteriormente.

Ottieni la forza per migliorare l’equilibrio e consentirti di aumentare l’attività totale. Inizia con esercizi che imitano la vita quotidiana, come ad esempio un sit-stand. Sali e bassi su una sedia in serie da 15 a 20 ripetizioni. Pratica che si riversa nel letto e entra ed esce da un’auto. Aspettatevi un po ‘di disagio mentre il tuo anca guarisce e comincerai ad usare i muscoli decondizionati di nuovo. L’esercizio cardiovascolare è anche importante. Aumenterà la tua resistenza e resistenza e continuerà a costruire la mobilità e la forza nel nuovo giunto. Camminare è molto appropriato. L’esercizio dell’acqua aumenta la resistenza e sfida sicuramente l’equilibrio. Una volta che la tua ferita è guarita, cerca una piscina se ti piace l’esercizio dell’acqua o sei nervosa di cadere durante l’esercizio fisico. È inoltre possibile utilizzare un allenatore ellittico o una bicicletta fissa per ridurre il carico sul nuovo giunto. L’esercizio cardiovascolare è una parte importante del processo di recupero una volta che hai ripreso la forza iniziale della funzione.

Lo stretching ridurrà la tensione in zone strette dell’anca. La tendenza, tenendo conto delle linee guida post-operative, sarà comunque una sfida. Eseguire tracce fisse come una lama utilizzando un muro per il supporto. Stand rivolto verso il muro, con un piede in avanti e un piede in avanti. Piegare il ginocchio anteriore, tenere dritto il ginocchio posteriore. Stendere la parte posteriore della gamba, sedendosi su una sedia e utilizzare un asciugamano lungo per raggiungere il piede per evitare una profonda flessione all’anca. Ad esempio, sedetevi verso il bordo di una sedia con una gamba estesa con l’asciugamano attorno all’arco del piede mentre hai l’altro piede piatto sul pavimento per il supporto. Tenere le estremità dell’asciugamano sedersi dritto e aumentare gradualmente la tensione sul tovagliolo mentre si appoggia leggermente in avanti. Non andare oltre la flessione di 90 gradi all’anca. Stendere ad un punto di mite tensione.

Ridurre al minimo il rischio di cadute. Esercitare sotto controllo quando stai provando qualcosa di nuovo. La tua progressione sarà unica per te. Il legame delle scarpe può continuare ad essere una sfida anche se si è in grado di progredire con i rinforzi dell’anca e l’esercizio cardiovascolare. Procedi con cautela nel primo anno in cui l’anca è più vulnerabile in modo da evitare di cadere. Evita un eccessivo allungamento, posizioni di yoga, e forze legate all’anca.

considerazioni

Funzione

Caratteristiche

Progressione

Le sfide

avvertimento