La dieta ayurvedica per pitta

La medicina indiana conosciuta come Ayurveda risale al IX secolo aC. Descrive tre doshas – pitta, vata e kapha – che sono essenzialmente tipi di corpo e personalità. L’Ayurveda identifica i modi di vivere e mangiare per equilibrare ciascuno: la dieta rappresenta uno dei modi più importanti per rimanere equilibrati. Le persone con dosha di pitta tendono ad avere costruzioni medio. Le loro personalità sono segnate da un’intensa ambizione e un’autodisciplina. Vatas tendono ad avere fotogrammi più piccoli, sono eccitabili, imparano rapidamente e dimenticano appena possibile. Kaphas hanno cornici più grandi e personalità rilassate. Pittas hanno grandi appetiti, ma dovrebbero assicurarsi di mangiare i pasti regolari e di evitare l’eccesso di cibo. Se hai un dosha pitta, Ayurveda consiglia di saltare i cibi leggeri, salati, acidi o piccanti e preferire i cibi pesanti, grassi e freddi.

Se hai un pitha pitha, prova a mangiare frutta dolce, come fichi, uva rossa e viola, pere e ananas. La dieta ayurvedica consiglia di sterzare i frutti acidi, come rabarbaro, pompelmo, mirtilli, ciliegie e banane. Alcuni frutti, come mele, ciliegie o arance, possono gustare dolci o acidi a seconda della maturazione o sottotipo di frutta. In queste circostanze, utilizzare il tuo giudizio migliore. Se un frutto ha acido, non mangiarlo. Se ha sapore dolce, potrebbe aiutarti a bilanciare il tuo dosha. Per le verdure, bastone a sapori dolci e amari. Provate i carciofi, i broccoli, le carote, i verdure a foglia, tranne gli spinaci ei funghi. Evitare le verdure che hanno un sapore o odore pungente, come aglio, peperoncini, cipolle crude o ravanelli. Cibi piccanti possono sbilanciare pitta.

Quando scegliete i grani, cerchi pane integrale di grano, orzo, avena, kamut e amaranto per equilibrare la pitta. Granola, cracker e quinoa anche fare buone opzioni. Cercate di evitare i grani come il riso e il grano saraceno. Per quanto riguarda i fagioli, la medicina ayurvedica consiglia i fagioli di marina, pinto e soia per i dosha di pitta. Altri prodotti utili di soia includono il latte di soia e il formaggio. Evita la salsa di soia pungente o miso. Anche per equilibrio, cercare di evitare polenta, mais, segale e miglio.

Molte persone con dosha pita rispondono bene a una dieta vegetariana incentrata su frutta e verdure crude. Tuttavia, Ayurveda consiglia di mangiare principalmente pollo bianco, tacchino e pesce d’acqua dolce se si mangiano prodotti animali. Seni, conigli e bufali rappresentano altre opzioni. Evitare le carni bovine, il salmone, le sardine, i frutti di mare tranne i gamberi e la carne scura. Se si mangia uova, bevi solo il bianco. Per quanto riguarda il formaggio, attenersi al formaggio morbido e al burro non salato. Evitare yogurt, panna acida e latticello.

Frutta a guscio e semi forniscono proteine ​​e possono fare un bel spuntino. Ayurveda raccomanda che pitta dosha si attenga alle mandorle non salate, alle mandorle sbucciate, ai semi di zucca e ai semi di girasole evitando la maggior parte degli altri dadi, tra cui pinoli, arachidi, pistacchi e noci. Il popcorn senza sale fa uno spuntino sano. Per l’olio da cucina, provare a sperimentare olio, canola, primula e olio di girasole. Evitare l’olio di mais. Provare l’olio di cocco o avocado per idratare la pelle secca, ma evitare di ingerire. Ayurveda consiglia anche spezie più pesanti per pitta che includono basilico fresco e zenzero, menta, prezzemolo, menta piperita, vaniglia e curcuma. Evitare che le spezie leggeri in peso, come semi di papavero, rosmarino, salvia e sale.

Frutta e verdura

Grani e Fagioli

Prodotti animali

extra