Rischi di mangiare prima di dormire

Il periodo di tempo tra la cena e l’ora di andare a letto è la zona pericolosa per molti. E ‘l’ora del giorno per rilassarsi, e molte persone raggiungere per uno spuntino preferito per migliorare il semplice piacere di non fare niente. Mentre mangiare uno spuntino sano e bilanciato prima del letto può effettivamente migliorare le capacità di sonno e il benessere generale, mangiare troppo o alcuni alimenti prima che il letto può causare problemi.

Guadagno di peso

Il più grande mito che circonda il mangiare notturno è che mangiare troppo vicino al sonno ti fa guadagnare peso. Questo non è vero. Mangiare più calorie di quanto bruciate ti fa aumentare il peso, se li mangi presto o tardi. Naturalmente, molte persone che pranzano prima di andare a letto scelgono alimenti ad alto contenuto calorico come il gelato o patatine, ma è il contenuto calorico di questi alimenti, non il momento in cui sono stati mangiati, che provoca un aumento di peso. E l’ostruzione di notte può alterare il sonno, aumentando l’appetito il giorno successivo. Per sfidare questi rischi, puntare a pasti e spuntini sani e bilanciati ogni giorno. Se sei affamato o irrequieto prima di andare a letto, andare con un’opzione sana, come farina d’avena o una banana con burro di mandorle.

Disturbi del sonno

Se hai difficoltà ad addormentarsi oa dormire, prestare attenzione alle tue abitudini alimentari prima di raggiungere le pillole per dormire. Se l’ultimo pasto era ore fa, i dolori alla fame potrebbero farti svegliarsi. In questo caso, uno snack di modesta entità, come il cereale ricco di fibre con latte, prima di dormire, può aiutare a dormire meglio. D’altra parte, andare a letto subito dopo un grosso pasto può anche interrompere il sonno: la sensazione di gonfiore può impedirti di addormentarsi e le malattie digestive possono svegliarti più tardi durante la notte. Alimenti piccanti e grassi possono innescare il bruciore di stomaco, un altro disagio del sonno. Gli alimenti che promuovono il rilassamento contengono carboidrati e proteine, afferma la National Sleep Foundation. Gli esempi nutritivi includono il pane tostato a grani interi con tacchino magro o burro di arachidi e yogurt a basso contenuto di grassi con frutta.

Diabete

I diabetici si trovano sulla recinzione sugli spuntini prima del letto. Mangiare la cosa sbagliata troppo vicino al sonno può portare ad alti livelli di zucchero nel sangue al mattino, ma non mangiare niente prima che il letto possa portare all’ipoglicemia di mattina. Se ti senti affamati a tarda notte, ma hai mangiato abbastanza, mangi un snack a basso contenuto calorico, senza zucchero, come gelatina o carote. Se ti senti “snacky”, masticare la gomma senza zucchero o succhiare la caramella dura senza zucchero. Queste opzioni offrono sapore per soddisfare le vostre voglie, pur avendo un impatto trascurabile sul tuo corpo. Per un’opzione più soddisfacente, avere un cibo ricco di proteine, come il ricotta, con una fonte di carboidrati ricca di fibre, come una piccola porzione di cracker a grani interi. Se si mangia a tarda notte per evitare di avere basso livello di zucchero nel sangue al mattino, rivolgersi al proprio medico per adeguare il farmaco per evitare questa situazione.

GERD e reflusso acido

Se hai una malattia da reflusso gastroesofageo (GERD), una condizione caratterizzata da un frequente reflusso acido, l’American Academy of Otolaryngology raccomanda di evitare il cibo per tre ore prima del letto per consentire la digestione in corso prima di sdraiarsi. Il reflusso acido si verifica quando lo sfintere all’estremità inferiore dell’esofago non si stringe correttamente, permettendo agli acidi dello stomaco di salire – si ha questo processo come bruciore di stomaco. Sedendosi usa gravità per aiutare a mantenere l’acido verso il basso, ma sdraiarsi per dormire permette di fluire senza restrizioni, rendendo i sintomi peggiori. Permettendo l’intervallo di tempo di tre ore tra cibo e letto, date il tempo dello stomaco per andare avanti con il suo lavoro e sistemarsi. Quando si riposa per la notte, la maggior parte dell’attività acida dovrebbe essere abbassata e si dovrebbe sperimentare meno sintomi. Dormire con la testa leggermente elevata aiuta anche l’acido a combattere contro la gravità durante il sonno.