Esercizio fisico dopo un’angioplastica

Il pensiero di esercitare dopo un’angioplastica può provocare sentimenti di paura e incertezza. Potrebbe esercitare scattare un attacco di cuore? Quanto duro dovresti esercitare? Quali sono gli esercizi sicuri da eseguire? Queste sono tutte le domande comuni che si possono avere dopo aver superato la procedura di angioplastica. La realtà della situazione è che si può tornare ai livelli precedenti di esercizio e adattarsi ad uno stile di vita attivo se si segue un piano sicuro e graduale.

Il modo più sicuro per tornare ad esercitare dopo un’angioplastica è associarsi a un programma di riabilitazione cardiaca monitorata. La maggior parte degli ospedali locali gestisce programmi di fase II che vengono condotti in ambito ambulatoriale. La funzione cardiaca viene osservata con una semplice unità di telemetria portatile che controlla la frequenza cardiaca e il ritmo. Sarai istruito da un personale qualificato che utilizza abitualmente infermieri registrati, esercitare fisiologi e una varietà di altri operatori sanitari. Gli esercizi di solito consistono in attività aerobiche come passeggiate su un tapis roulant, cicli di esercizio di equitazione e biciclette ricreative, utilizzo di macchine da canottaggio, sollevamento di pesi leggeri o utilizzo di sistemi a puleggia. Lo staff controlla i tuoi progressi nel tempo e fornisce un feedback al tuo cardiologo. Dopo aver completato un periodo di riabilitazione da otto a 12 settimane, ti viene dimesso e incoraggiato a continuare ad esercitare a casa o in una palestra locale.

Il modo migliore per migliorare la funzione cardiaca è concentrarsi sull’esercizio aerobico. L’attività aerobica è l’esercizio che pone una domanda sul tuo sistema cardiovascolare. Questo comporta tipicamente esercizi che incorporano la muscolatura delle estremità inferiori e superiori e vengono eseguite per lunghi periodi di tempo. Gli esempi includono la passeggiata, il jogging, il ciclismo e il nuoto. La ricerca scientifica e medica ha documentato che quando eseguito con l’intensità, la durata e la frequenza appropriati, l’esercizio aerobico ha un effetto profondamente favorevole sul sistema cardiovascolare.

L’American College of Sports Medicine esercita le linee guida per richiedere di eseguire l’esercizio aerobico di almeno quattro giorni alla settimana per raccogliere i benefici. L’intensità di esercizio deve essere sufficiente per tassare il tuo sistema cardiovascolare pur mantenendo un livello sicuro di partecipazione. Ciò comporta monitorare la frequenza cardiaca e mantenere il tasso a livelli prescritti che di solito si basano sui risultati di un test di stress di esercizio. La durata della sessione di esercitazione è di solito da 30 a 45 minuti. Tuttavia, se sei sedentario, iniziare con piccoli segmenti di tempo che possono variare da cinque a 10 minuti. Poiché l’adattamento si verifica, è possibile incrementare gradualmente i tempi di esercizio per raggiungere l’obiettivo di 45 minuti per sessione. Ogni periodo di attività dovrebbe anche iniziare con cinque minuti di riscaldamento e fine con cinque minuti di un esercizio di raffreddamento.

È possibile ridurre al minimo la paura di tornare ad un programma di esercizi dopo una procedura di angioplastica con un regolare esercizio fisico ben strutturato. Dopo aver ottenuto le appropriate prescrizioni e consigli da parte di professionisti medici, è possibile riprendere un normale livello di attività e trarre vantaggio dai benefici protettivi cardiovascolari dell’esercizio fisico regolare.

Consideri un programma di riabilitazione cardiaca

L’esercizio aerobico è la via da percorrere

Quanto è abbastanza

Tornando ad uno stile di vita attivo