La storia della bicicletta per i bambini

Fino all’avvento dell’automobile, le biciclette erano prevalentemente per adulti, un mezzo di trasporto pratico ed efficiente. Quando gli adulti potevano guidare, la modifica ha lasciato i produttori di biciclette che si rintracciano per un nuovo mercato. Hanno trovato uno nei bambini. Dopo gli anni ’20, le moto sono diventate giocattoli e trasporti per quelli troppo giovani per alimentare un’auto.

Il concetto di una bicicletta è stato introdotto per la prima volta ai bambini in Germania nel 1817. Secondo la “Washington Post”, fecero strada la strada, sorpreso, come Karl Drais spinse il suo strato lungo la strada per la prima volta, usando i suoi piedi per spingerlo Perché questa prima bicicletta aveva ruote ma non pedali. In un mondo in cui le uniche forme di trasporto erano cavalli e piedi umani, l’invenzione di Drais era rivoluzionaria.

Sears Roebuck e Montgomery Ward sono stati i primi produttori a saltare sull’idea di fare biciclette per i bambini dopo che gli adulti hanno perso interesse a pedalare la loro strada da un luogo all’altro. La produzione ha avuto inizio dopo la prima guerra mondiale, con Schwinn e Huffy che hanno fatto i loro contributi al settore molto più tardi. Huffy ha progettato la sua prima moto specialmente per i bambini nel 1949, completata dalla prima serie di ruote da allenamento. Negli anni ’50, le biciclette per bambini erano entrate nella produzione di massa.

Le prime biciclette per bambini imitavano alcune caratteristiche di automobili e negli anni ’50 disegnavano replicati getti e razzi. Le cose si sono calmate per un po ‘negli anni ’60 quando le moto sono diventate più pratiche e snelle; poi, nel 1969, Huffy ha introdotto il suo Dragster con sedili a banana e manubri ad altezze. Nel 1995, Huffy ha firmato un accordo di licenza con Warner Brothers per utilizzare immagini da cartoni animati quali Dora the Explorer e Thomas the Tank Engine sulle bici dei suoi bambini. Alla fine del 20esimo secolo, le bici dei bambini sono diventate più orientate alla sicurezza con decalcomanie riflettenti e accessori e illuminazione.

Tricicli serviti adulti prima di essere fabbricati per i bambini. L’idea di pedalare una grande ruota anteriore su un veicolo che aveva due ruote posteriori stabilizzate è avvenuta alla fine degli anni Sessanta. Il primo veicolo è stato chiamato velocipede. Con la variazione del mercato per la produzione di biciclette per i bambini, l’idea di velocipede trasportata nella produzione di tricicli. Erano relativamente grandi fino agli anni ’60 quando i bambini cominciarono a cavalcare due ruote in età più giovane. I produttori hanno modificato e miniaturizzato per l’uso da parte dei bambini, sia in plastica per uso interno che in acciaio per esterni.

La prima bicicletta

Primi produttori

tendenze

variazioni