La storia del sprint olimpico

Le Olimpiadi sono cambiate considerevolmente dopo i loro inizi umili nell’antica Grecia. All’inizio, solo i Greci sono stati autorizzati a competere, ora le Olimpiadi sono un evento mondiale. Le Olimpiadi greche antiche avevano pochi eventi rispetto alla loro moderna incarnazione. Non esistevano sport invernali, e mentre la concorrenza individuale dominava le antiche Olimpiadi, la versione moderna include sport di squadra, come il basket. Tuttavia, una cosa è rimasta costante nel corso della storia, e questo è che lo sprint ha sempre giocato un ruolo importante nelle Olimpiadi.

L’inizio

Le prime Olimpiadi greche si sono svolte nel 776 aC. Durò per un giorno e presentava sacrifici in onore degli dèi greci, specialmente Zeus. L’unico evento atletico era uno sprint da un’estremità del percorso all’altra. Si chiamava uno stadio, o stade, e la sua distanza era di circa 630 piedi. Questa gara in corsa continua ad essere l’unico evento atletico in diverse successive Olimpiadi.

L’Olimpiade

Come la loro controparte moderna, le Olimpiadi greche si sono verificate ogni quattro anni. Il periodo di quattro anni tra i Giochi Olimpici è diventato una misura greca del tempo chiamato Olimpiadi. Per circa 400 anni, ogni Olimpiadi è stato nominato dopo l’atleta che aveva vinto la gara in corsa nelle ultime Olimpiadi. Per esempio, perché un atleta di nome Koroibos è stato il vincitore nelle prime Olimpiadi nel 776, il successivo periodo di quattro anni è stato chiamato l’Olimpiade di Koroibos.

Espansione delle Olimpiadi

Finalmente le Olimpiadi diventarono un evento di cinque giorni e includevano altri concorsi, come la boxe e il pentathlon. Nel pentathlon, l’atleta ha partecipato a cinque eventi, tra cui uno sprint. C’era anche uno sprint due volte più di uno stade. Tuttavia, lo stade originale continuò ad essere l’evento principale, e la sua popolarità continua fino all’imperatore Teodosio I abolito i giochi in 394 A.D.

Primi tentativi di rinascita

I francesi hanno cercato di rilanciare le Olimpiadi durante la rivoluzione francese. I concorsi sono stati tenuti per tre anni consecutivi dal 1796 al 1798. I francesi avevano recentemente inventato il sistema metrico, per cui per la prima volta gli atleti olimpici si sono concorrenciti in piste percorrenze misurate in metri. Le corse correnti furono incluse anche in altri tentativi di rilancio delle Olimpiadi, come il Grand Olympic Festival, che si è svolto a Liverpool nel 1860. La Grecia ha anche tentato di rilanciare le Olimpiadi circa allo stesso tempo. Questa rinascita, chiamata l’Olimpia di Zappas, rappresentava una rievocazione dell’antico sprint di stade.

Quando i Giochi Olimpici Moderni hanno avuto inizio nel 1896, i sprint hanno eseguito un trattino da 100 metri e un trattino da 400 metri. Un attacco da 200 metri è stato aggiunto nelle Olimpiadi del 1900 e squadre di quattro sprinter hanno iniziato a correre corse relay nelle Olimpiadi del 1912. Gli eventi sprint femminili sono stati aggiunti nelle Olimpiadi del 1928. Il formato delle razze è cambiato. Le corde, che originariamente separavano le corsie di sprint, furono infine scartate. Gli sprintatori olimpici hanno iniziato le gare da una posizione verticale, talvolta con i cancelli iniziali che si aprirono quando la gara è iniziata, ma sono state introdotte nelle Olimpiadi del 1948, e i corridori iniziano ora da una posizione croccata. Le condizioni di funzionamento sono migliorate. Nel 1956, gli sprinters olimpici iniziarono a correre su piste sintetiche e l’abbigliamento sportivo divenne più leggero e più user-friendly. Le prestazioni sono migliorate nel corso degli anni. Per esempio, nelle Olimpiadi del 1986, Thomas Burke ha vinto il trattino da 100 metri in un tempo di 12,0 secondi, ma nel 2008 Usain Bolt lo ha eseguito in 9,69 secondi per impostare un record mondiale.

Olimpiadi moderne