I tè ai fiori di rosa e ibisco

Il pod di seme di una pianta di rosa selvatica, rosa di canapa è stato usato per trattare indigestione, artrite, raffreddori e l’influenza. Hibiscus, un arbusto di fiori rossi, è comunemente usato nei tisani a base di erbe a causa del suo gusto piacevole. Medicinali, l’ibisco è stato usato per trattare lo stomaco, l’ansia e le febbre. Il tè bere fatto da rosa di canapa e ibisco è pensato per fornire una miriade di benefici per la salute.

Combattere i radicali liberi

Rosehips sono una buona fonte di vitamina C, chiamata anche acido ascorbico. Una vitamina solubile in acqua, la vitamina C contribuisce alla produzione di collagene, una proteina vitale che il corpo ha bisogno per fare vasi sanguigni, tendini, legamenti e cartilagini. Aiuta a mantenere sane le ossa ei denti. Come antiossidante, la vitamina C neutralizza gli effetti dannosi dei radicali liberi. I composti altamente instabili, i radicali liberi danneggiano il DNA e possono accelerare l’invecchiamento. L’Università di Maryland Medical Center riferisce che i radicali liberi possono anche portare allo sviluppo di varie malattie croniche.

Può aiutare la pressione sanguigna più bassa

Aggiunta di ibisco al tuo tè potrebbe aiutare a controllare la pressione sanguigna. Uno studio pubblicato in “The Journal of Nutrition” nel febbraio 2010 ha scoperto che il tè di ibisco bevente riduce la pressione sanguigna nelle persone con ipertensione lieve. I soggetti che bevevano 3 tazze di ibisco ogni giorno per sei settimane hanno conseguito una notevole riduzione della pressione arteriosa arteriosa. I ricercatori hanno concluso che il tè di ibisco bevente in una quantità che può essere facilmente incorporato nella dieta di una persona può svolgere un ruolo fondamentale nella regolazione della pressione sanguigna.

Può aiutare a curare le malattie infiammatorie

Una meta-analisi di tre studi randomizzati controllati pubblicati nella rivista “Australian Family Physician” nel luglio 2012 ha riesaminato le prove che suggeriscono che la polvere di rosa canestrina può essere un sostituto ragionevole per i medicinali tradizionali utilizzati nel trattamento di malattie infiammatorie come l’artrite. Negli studi controllati, sono stati trovati tre mesi di integrazione con polvere di cannucce per ridurre i punteggi di dolore costantemente nei partecipanti allo studio con osteoartrosi. A differenza dei farmaci antinfiammatori non steroidei convenzionali, la canna da cinghiale è più sicura perché non aumenta il rischio di ulcere. Inoltre, la rosaia non inibisce la funzione piastrinica e non ha alcun impatto sulla fibrinolisi – un processo di corpo naturale che impedisce che i coaguli del sangue crescano e causino problemi.

Può la protezione contro il cancro

Uno studio pubblicato nell’edizione del giugno 2005 di “Tossicologia e farmacologia applicata” ha studiato l’effetto di antociani – un gruppo di pigmenti naturali trovati in ibisco – sulle cellule tumorali umane. I risultati hanno dimostrato che le antocianine potrebbero causare la morte delle cellule tumorali, in particolare nelle cellule di leucemia umana. Sulla base di questi risultati, lo studio ha concluso che gli antociani possono servire come agenti chimopreventivi, sostanze che aiutano a sopprimere oa prevenire lo sviluppo del cancro. Tuttavia, è necessaria una ricerca supplementare per determinare i meccanismi e la specificità degli antociani di ibisco.